Il Papa Beato

2011-03-30

autore: Radio Vaticana

La parola più pronunciata è “fantastico”. In tutte le lingue del mondo. Giovanni Paolo II diventerà beato il 1° maggio prossimo e i giovani della Giornata Mondiale di Madrid fanno festa. Nella capitale spagnola è in corso il II incontro preparatorio dell’evento e all’Escorial, l’antico palazzo dell’Imperatore Filippo II, sono riuniti i delegati di 84 Conferenze episcopali nazionali e 44 movimenti e associazioni. La notizia giunge alla fine della mattinata di lavori e suscita grande entusiasmo. Sandra Cortes, spagnola, è entusiasta: “Il 1° maggio sarò in prima fila a Roma”, afferma. Eva Janosikova, slovacca, commenta: “È fantastico. Non poteva esserci momento migliore per questo annuncio”. Edward Dampah, dal Ghana, afferma: “Non ho mai avuto dubbi sulla santità di Giovanni Paolo II. Vederla riconosciuta anche dalla Chiesa è commovente”. Queste sono solo alcune delle reazioni a caldo dei 300 delegati che stanno organizzando il prossimo appuntamento di quella che resta sicuramente l’invenzione più bella del Pontificato di Karol Wojtyla. “Siamo i suoi giovani – fanno notare Stella Romcke e Katarina Lindberg della Norvegia – oggi facciamo festa e preghiamo insieme con lui”. I sentimenti comuni vengono riassunti dal cardinale Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio Consiglio per i Laici e testimone oculare della nascita delle Gmg: “Sono felice e commosso per questa notizia - ha dichiarato il porporato polacco - e soprattutto di averla appresa in un momento come questo, mentre è in corso la preparazione di una nuova Giornata Mondiale della Gioventù. Karol Wojtyla si è sempre definito un amico dei giovani, ma un amico esigente e la sua decisione di convocare i ragazzi di tutto il mondo resta valida anche oggi, nell’era di internet e delle reti sociali. La sua fu davvero una scelta profetica e controcorrente che ha dato grandi frutti. I frutti, appunto, della santità”.

 

Radio Vaticana

Copyright © Wydawnictwo Agape Sp. z o.o. ul. Panny Marii 4, 60-962 Poznań, tel./ fax: 61/ 852 32 82 | tel. 61/ 647 26 86